cucino in giardino

sentieri golosi tra fiori e verdure

lunedì, giugno 12, 2006

caprifoglio

Uno dei fiori che non smetterei mai di annusare è il caprifoglio, o madreselva che ora è nel massimo dello splendore (Lonicera caprifolium, quella gialla nella foto, quella rossa è Lonicera x heckrottii, anche abbastanza profumata; profumate sono anche L.periclimenum, L.japonica) . Cascate di fiori bianchi e gialli, che si arrampicano con forza su tutto quelo che riescono a raggiungere (a volte soffocando gli alberi tutori); le lonicera crescono bene anche in vaso e sul balcone, hanno bisogno di posizioni non troppo soleggiate (almeno la base deve essere in ombra)e di terreno fresco e ricco di humus. I fiori sono semplici e graziosi, ma il profumo è fantastico, agrumato, piccante e persistente; per quanto il profumo dei fiori si percepisca in maniera molto soggettiva, non conosco nessuno che trovi fastidioso quello delle madreselva (come invece spesso accade per i gelsomini o altri fiori con profumi più dolci e caldi). Attenzione però, perchè esistono anche lonicere rampicanti con belle fioriture ma senza profumo(L.x tellmanniana e L. sempervirens, tutte pompose con i loro fiori gialli e arancio, ma povere, senza alcun odore, almeno puzzassero, mi sarebbero più simpatiche! E ora in cucina! Stamattina ho visto la ricetta di fiordizzucca e ho pensato: ma si dai, magari porta bene fare una cosa rossa bianca e verde! e siccome guardando la partita, (le guardo solo ai mondiali! veramente l'esperta di calcio in casa è mia moglie!) mi piace più il dolce del salato, ho deciso di fare una torta dell'ultimo minuto, giusto un quarto d'ora!

ROLADE AI PISTACCHI CON PANNA E FRAGOLE

La ricetta base l'ho presa da: aavv, cucinare meglio - i dolci, Mondadori 83 - si, già allora mi dilettavo con i dolci, infatti è una vita che devo combattere con la bilancia!

Accendere il forno a 220°, in una ciotola montare a crema tre uova con un etto di zucchero (io ho usato dulcita), quando è tutto bello spumoso aggiungere 50 gr di farina setacciata, un pizzico di sale, un cucchiaino raso di cremor tartaro e 50 gr di pistacchi tritati finemente, mescolare con delicatezza e versare in una teglia piatta, rivestita di cartaforno (unta sotto e sopra, la carta). In forno per 5-6 minuti (giuro, col forno ventilato funziona!).

Togliere la teglia dal forno e spolverare la superficie con 50 gr di zucchero, rovesciare su una griglia coperta di cartaforno, e arrotolare la rolade ancora calda. Lasciare raffreddare arrotolata, intanto montare la panna, 250 gr di quella fresca, con pochissimo zucchero, giusto un cucchiaio raso, per non fare impazzire la panna, aggiungere un cestino di fragole tagliuzzate finemente, srotolare con cura la rolade, spalmare il ripieno, ri-arrotolare e mettere in frigo. Prima di servire cospargere di zucchero a velo. Visto il risultato della partita, propongo che ogni altra partita della nazionale venga accompagnata da una ricetta rigorosamente bianca rossa e verde! saluti golosi cat

10 Commenti:

Anonymous Paolo Tasini disse…

Ciao Carlo Alberto, completamente d'accordo sulle lonicere rampicati, mi rimane una domanda: hai esperienza di Lonicere in cucina?
La bibbia Web sulla caprifolium (http://www.pfaf.org/index.html)
dice:
The fruit is eaten in small quantities[177]. It is probably cooked first[K]. An infusion of the heavily perfumed flowers is used as a tea substitute[7].
by by

13/6/06 07:49  
Anonymous Francesca disse…

è veramente così rapido questo dolce da fare? Allora me lo segno subito!

13/6/06 11:22  
Blogger Gloricetta disse…

Questo gesto scaramantico lo consiglierei a tutti i food blogger che vogliono partecipare con ricette tricolori a sostegno della squadra azzurra... ma soprattutto per il necessario sostentamento di parenti e amici che necessitano di rifocillarsi durante le partite.Glò

13/6/06 12:31  
Blogger cat disse…

ciao francesca, tempi di cottura veritieri!
ciao glò, che ne dici lanciamo un meme?
ciao paolo, hemm, veramente dopo che mio figlio si è mangiato le bacche dei mughetti dicendo: che buone quette fagoline lancioni! 3 giorni di ospedale + lavanda gastrica a 3 anni, ora ci vado moolto cauto con gli esperimenti! mia nonna seccava i fiori, li polverizzava e li usava come talco per le irritazioni dei bambini (ma anche questo non l'ho provato personalmente! saluti golosi cat

13/6/06 13:51  
Blogger Gloricetta disse…

MEME!!MEME!!! MEME!!!!!La prossima partita quando si gioca? Glò

13/6/06 15:53  
Blogger gli scribacchini disse…

Uh, ma proprio con i mughetti dovevi iniziare? ;-) Ho a casa un bel libro, edito nella zona tua sui fiori mangerecci. Verificherò per quanto riguarda il caprifoglio.
Belle profumatissime foto e gran bel dolce.
E complimenti per il carciofo !
Kat to Cat

13/6/06 17:26  
Anonymous Mrs. Bee disse…

Cari compagni di merende,

attenzione: per CAT, uomo che non ho mai visto indossare un orologio, il tempo è poco più di un concetto filosofico. I suoi cinque minuti, quindi, vanno presi un po' così.... comunque, la mia limitata esperienza in fatto di dolci conferma che questo è uno di quelli più veloci (ma io una mezz'oretta, fra cottura e farcitura) mi sa che ce la metterei.....

14/6/06 13:45  
Blogger campo di fragole disse…

Veramente bravo! Io questo dolce ho provato a farlo una volta ma forse proprio perchè l'ho fatto cuocere di più mi si è rotto al momento di arrotorarlo. Sicuramente riproverò con la tua ricetta e soprattutto con i tuoi tempi di cottura! Ciao

14/6/06 17:09  
Blogger venere disse…

Bella l'idea del dolce nazionale... un po' di patriottismo non guasta! Anche a me piace molto il profumo del caprifoglio, anche da spruzzarmi addosso...

15/6/06 21:19  
Blogger rosso fragola disse…

ottimo gesto scaramantico, e poi il dolce va sempre bene! :-))

17/6/06 21:01  

Posta un commento

<< Home