cucino in giardino

sentieri golosi tra fiori e verdure

martedì, dicembre 04, 2007

pronti,...via

Non tutti i Mali vengono per cuocere! (ve la ricordate quella scemenza?)

PM piccolo a casa da una settimana con tonsillite e febbrone – ora sta meglio ma è ancora presto per tornare a scuola, nonna ko con dolori stagionali, bee coperta di lavoro fino al collo, non mi resta che rimanere a casa a fare compagnia allo gnometto e a….biscottare.

Quest’anno mi sono organizzato, ho messo tutti i segnalibro alle ricette più interessanti, ho fatto una lista degli ingredienti kilometrica, ho riempito la soffitta di ogni sorta di farina e noci varie( prima o poi ve la dovrò far vedere questa soffitta!), il frigo di burro e uova (che se lo sa la dietologa altro che pesce bollito), ho fatto la scorta di carta da forno e sono pronto a cominciare.

Dichiaro quindi aperta la stagione dei biscotti!

Bee rassegnati, ma vuoi mettere il profumino che aleggerà in casa al posto del solito sentore marino?

I primi a doversi preparare sono i Lebkuchen, i panpepati, perché, per sprigionare al meglio il loro aroma e per ammorbidirsi bene, hanno bisogno di alcune settimane di “maturazione”.

I biscotti di panpepato ho cominciato ad amarli da piccolissimo, folgorato dall’episodio di Pippi Calzelunghe, dove la nostra eroina ne sfornava e decorava a vagonate, riempiendo la casa e facendoci sognare.

Ho trovato le cassette e le ho fatte vedere anche ai pm; di Pippi si sono innamorati subito anche loro, nonostante fosse una “femmina” e non avesse nemmeno un laser superdistruttivo, anche i Lebkuchen hanno incontrato parecchio successo, specialmente quelli del super, glassati di giallo e rosa con i confettini e super spugnosi.

Per degli ottimi panpepati occorre prima di tutto procurarsi il “Lebkuchengewürz“, le spezie per il panpepato.

Da noi se ne trovano di tutti i tipi, al super in drogheria…ma come al solito, a me piace mescolare le spezie a modo mio, il gusto risulta meno standard e più personalizzato, e le spezie appena macinate hanno davvero un altro aroma, checchènedicano i pm!

Io ho macinato, insieme ad un cucchiaio di zucchero di canna grezzo, un tocchetto di zenzero secco due centimetri di cannella, 10 chiodi di garofano, tre grani di pimento, i semi di 10 capsule di cardamomo verde, un cucchiaino di semi di anice, una decina di semi di anice stellato (solo i semini interni, quelli lucidi), tre pezzetti di macis, un cucchiaino di semi di coriandolo e la buccia seccata di un mandarino bio. Un mix fresco e agrumato, la buccia di mandarino la consiglio proprio.

BISCOTTI PANPEPATO ALLA MARMELLATA DI PRUGNE

Questa è la prima ricetta che faccio dal libro “So backt Südtirol” appena appena uscito per le edizioni Athesia, purtroppo ancora solo in tedesco, una buona scusa per ripassare la lingua divertendosi.

Ho impastato in una grande terrina 300 g di farina bianca, 300 g di farina di segale e 10 g di bicarbonato di sodio e un cucchiaio e mezzo di mix di spezie per panpepato, più ½ cucchiaio extra di cannella e un pizzicone di sale.

In un pentolino ho scaldato 200 di marmellata di prugne passata al setaccio (sostituibile con miele, ma i biscotti diventano un po’ più croccanti) con due etti di zucchero di canna integrale.

In una tazza ho mescolato bene due uova, 60 g di burro fuso, 60 g di latte, la scorza grattata di un limone, la punta di un coltello di vaniglia naturale.

Ho versato i liquidi sulla farina e ho impastato bene (ocio che è un impasto appiccicosissimo, pocciare bene le mani nella farina prima di impastare).

In frigo una notte coperto di pellicola (siccome in queste due settimane consumo chilometri di pellicola, ho una piccola regola che rispetto sempre, durante il resto dell’anno la pellicola è bandita da casa nostra, ma a Natale è impossibile non adoperarla!).

Il giorno dopo si stende la pasta col matterello non più sottile di un centimetro, si ritagliano le figure preferite, si dispongono sulla teglia coperta di cartaforno, si spennellano con latte e si decorano con mandorle o frutta candita a piacer.

In forno bello caldo (180°) per circa 8’ e appena raffreddati vanno capovolti e fatti seccare anche sul fondo prima di essere chiusi in una scatola di latta o vetro a “maturare”.

Ricetta ottima, è la prima volta che escono dal forno ancora morbidi e così rimangono anche dopo il raffreddamento, senza assumere la consueta consistenza pietrosa, prima della maturazione!

Avete poca pazienza e l’idea di smanettare con gli stampini non vi ispira??!, e va bene eccovi i

PAMPEPATI FRUTTATI AL MIELE

Questi biscottini sono mitici perché non contengono alcun grasso (ad esclusione del tuorlo d’ouvo!)

Ho impastato 500 g di farina di grano integrale con 150 g di zucchero di canna integrale, due bei cucchiai di Lebkuchengewürz (questa volta solo cannella, garofano, zenzero e mandarino), 15 g di bicarbonato (ocio ad adoperare quello commestibile, non si possono fare i biscotti col detersivo nevvero!!), un pizzico di sale e un po’ di vaniglia, 50 g di fiocchi di avena passati al mixer (io ho usato fiocchi di farro) 130 g di nocciole sgusciate, tostate e tritate grossolanamente (No mix) e 160 g di frutta secca mista tritata finefinefine (albicocche, uvette, amarene, pere…quello che trovate in dispensa).

In una tazza ho scaldato 100 g di miele di montagna con 40 g di marmellata passata di limoni (la ricetta prevedeva ribes, embeh?), ci ho aggiunto due uova e ho mescolato bene.

Ho versato i liquidi sulle farine, ho impastato bene.

All’inizio, niente panico, si sbriciola tutto, poi acquista consistenza e diventa una bella palla compatta.

Senza riposo ho steso la palla tra due fogli di cartaforno, ho pareggiato i bordi (e così ho potuto fare dei biscottozzi di prova) e ho infornato per circa 10 minuti a 170°.

Ho tolto dal forno, ho glassato con una ghiaccia al limone e ho tagliato il megabiscotto in tocchetti regolari. Chiuso in una scatola ermetica, separando gli strati con carta forno, dura anche due mesi!).

Per oggi basta, ma per stasera ho già i polpastrelli che fremono, saluti golosi cat

15 Commenti:

Anonymous saretta disse…

Bene, a sto punto mi metto in "finta Mutua" (come Fantozzi) e vengo a fare l'assaggio dei biscotti...se vuoi collaboro!!!
Cat COMPLIMENTONI!!!!Chissà come sono felici i pm e la Bee!!!
Buon spadellamento..
Saretta ;)

4/12/07 15:25  
Blogger cat disse…

ciao sareta...ohh la bee è tornata a csa e sprizza gioia da tutti i pori! ;O)) - GIURO CHE LA CUCINA L'HO RIORDINATA!! saluti golosi cat

4/12/07 16:23  
Blogger cuochetta disse…

Che bello CAT, ho respirato un'aria così familiare in questo post!

Ora sono in Puglia e la preparazione natalizia è già cominciata con cartellate, biscotti siciliani (grazie al papi) e dolcetti di pasta di mandorle...

priam o poi la fotograferò la dispensa che li conserva!!

Intanto io mi segno questa ricetta che quando avrò i miei Natali con la pargola che sarà un pò + grande mi ci dedicherò!

Un bacio alla truppa
Annina o Cuochetta

4/12/07 17:21  
Blogger cannella disse…

Ohhhh qui si ricomincia a ragionare!!! Torna la mitica stagione dei biscotti!!!! Vabbè l'organizzazione della soffitta/dispensa, dei segnalibro con le ricette etc...ma TI RICORDO che quello che ti devi organizzare meglio sono:
a) le zarpate burrose sui mobiletti della cucina
b) le "motte" di farina sui divani
c)le sbriciolature di frutta secca speziata sui soprammobili

Guarda che ti controllo...che viene Canny aspiratutto e ti aspira anche l'aroma dei biscotti...leggo s'ti post e penso che venir su con pippi Calzelunghe ci ha fatto tanto male...:-DDD

4/12/07 17:57  
Blogger cat disse…

ciao cuochetta, ennoeh! così non vale, foto foto foto! sono curioso, le cartedd(r)ate le conosco ma i biscotti siciliani no!
canny, ma te sei proprio na bela scaldacolla! già c'ho il mio bel da fare con l'ape, se ti ci metti pure tu, guarda che allora pubblico solo biscotti al miglio!
quand'è che ci fai il regalo di natale e riparti in "taliano"??? eddai che i rompiballe avranno trovato altri da tormentare! ti leggo sempre ma che fadiga fjoi!, basi cat

4/12/07 18:13  
Anonymous Mrs. Bee disse…

Canny, sito drio dare i numeri? Vuto farme diventar baucheta?
Coraggio, mancano solo 20 giorni a Natale: possono passare anche molto in fretta.....
Sembra strano dirlo: ma dopo mesi di esperimenti salutisti con polpette di miglio e radici amare, dolci all'agar-agar e malto, la triade uova-zucchero bianco-burro mi mette di buonumore
Le zarpate burrose sui mobiletti le lasciamo lì finchè avranno lo spessore del panetto di burro, poi le impacchettiamo e le rimettiamo direttamente in frigo.
No, i limoni non li usa, facendo i biscotti: passo io ogni tanto dalla cucina.....

4/12/07 21:09  
Blogger mattop disse…

I tuoi biscotti sono favolosi ma sappi che presto pubblicherò una ricettina di Biscotti da far concorrenza! Già proprio io!

Ho raccolto l'invito di francescav e ho dovuto preparare un post in tema Natalizio...

scherzo, in quanto a dolci da forno temo che tu sia veramente insuperabile.

5/12/07 11:52  
Blogger equipaje disse…

Lo scorso Natale ho sfinito tutti a gingerbread ma mi sa proprio che quest'anno scopiazzo spudoratamente da qui (ma ben DIECI chiodi di garofano?)

Fortunati questi pm bolzanini (qui a Milano e dintorni i bimbi son pm10 di default, sobb)

5/12/07 13:08  
Blogger cat disse…

ciao mattop, aspetto i mattopbiscotti...ma mica crudi vero ;O) !
ciao equi, guarda che a pm10 siamo sistemati bene anche a BZ, anzi!
occhio: con la dose di mistura Lebkuchen che ho indicato si ottengono circa 5-6 cucchiai da cucina, per le singole ricette ne servono solo 1 cucchiaio e mezzo! saluti golosi cat

5/12/07 19:39  
Blogger Scribacchini disse…

Gemo e sbavo quindi scappo che questa è una cucina per bene ;-)
Kat

6/12/07 07:46  
Blogger cuoca compulsiva disse…

Oggi è il giorno del panpepato... dove mi giro ci sono persone che ne parlano, anche dal vivo, qui in ufficio... non ho altra scelta che dare un'altra possibilità al mio forno... l'ultima però... e provare a prepararli anche io, sperando che il maledetto (sempre il forno) non sciolga tutti i biscotti come al solito invece di cuocerli!

6/12/07 10:00  
Blogger Dolcetto disse…

Ma che buoni entrambi questi panpepati! Mi sembra di sentirne il profumo fino a qua... mi stampo subito le ricette!
Avrai tirato su il morale al tuo gnometto con queste delizie!

6/12/07 10:51  
Anonymous veganswiss disse…

ho appena comperato le spezie per panpepato ora non mi resta che prepararle....eheheh


bellissimi

ciao

marta

6/12/07 13:06  
Anonymous Vitalba disse…

Ieri ho fatto i biscotti di panpepato con la tua ricetta, variando un poco il mix di spezie e usando marmella di arance amare invece che di prugne.
Sono ottimi.

Ci ho fatto un foro per usarli anche come decorazioni. Ho usato l'ago lardatoio, ripassando il foro appena tolti dal forno.
Sono bellissimi.

Grazie...

10/12/07 09:58  
Blogger fiOrdivanilla disse…

ho l'impasto della prima versione con marmellata in frigo a riposare. per questa notte.
ti confesso che quando ho versato i liquidi sulle farine, il profumo delle spezie mi ha abbracciato facendomi sentire fortemente l'atmosfera natalizia. Sapeva proprio di NATALE. Non so spiegarti per come o perché, queste sono state le sensazioni.
Domani inforno, poi faccio maturare. Ma già da ora mi sembra un'ottima ricetta.. grazie! :)

Manuela

11/12/10 00:25  

Posta un commento

<< Home