cucino in giardino

sentieri golosi tra fiori e verdure

lunedì, aprile 27, 2009

le prime rose

Dopo l'"ingrumata" di freddo degli ultimi cantieri e sopralluoghi - ho visto la neve fresca! - ho lasciato la bee a casetta e con i pm ci siamo diretti a sud, direzione nonni, lago di Garda, con una macchina piena di piantine di pomodoro dalle specie curiose per il supermegaordinatissimo orto del nono e in cerca di un po' di primavera. Appena arrivati, mi sono fiondato verso la milpa e con grande meraviglia (l'esperimento intrigava molto anche il mio vecchio, che premuroso ha coperto la zona con una rete "anti-galline razzolanti!") ho notato che tutte , ma proprio tutte le zucche sono germogliate e spiccano tra la paglia della pacciamatura. L'aspetto della milpa non è proprio ordinato, erbazze ovunque, ma a guardare bene, si intravedono anche i primi fagioli, tanti! il mais non si distingue dalle erbazze, almeno così mi auguro, comunque, per precauzione, ho ri-seminato ancora un po' di mais e fagioli, spargendoli direttamente appena sotto la pacciamatura. Nel pollaio con vista panoramica è tempo di cova e le signore galline possono godersi la generosa fioritura delle Rosa foetida "Persiana" e delle Rosa pimpinellifolia. Che poi proprio fetide non sono, povere rose, hanno un odore "curioso", tra il the alla citronella lasciato qualche giorno a fare le alghe nella tazza sulla scrivania (odio la citrinella, ma la segretaria insiste! ;O) scherzo Mary) e gli zampironi anti zanza, il tutto con un tocco di rosa che ti fa rimanere lì ad annusare. A dispetto del nome sono però così belle e generose, specialmente i boccioli, veramente eleganti. La pimpinellifolia se la cava meglio con il profumo, anche se è accentuato l'odore di geranio-citronella, ma la fioritura è più timida, spargola. Sono comunque due robustissime rose botaniche, dal carattere un po' campagnolo, fioriscono una sola volta, ma producono dei curiosi frutti interessanti per il giardino d'autunno. Ma la missione principale del viaggio era un'altra! Canny mi hai preparato la branda?! La siora Canny, qualche post fa, mi ha fatto ricordare che, rintanato in qualche anfratto della casa dei nonni, era celato il "torcòl", una roba tipo rosaspina e l'arcolaio (spiegatelo voi ai pm cos'è un arcolaio!). Mi sono messo alla ricerca, l'ho trovato, ripulito, oliato e soprattutto, l'ho provato! Non c'è stato verso di portarmelo a BZ, la bee avrebbe ritirato al volo i pm e mi avrebbe spedito, con tutto il torcol, a Salamanca! ( la rompina se li è mangiati di gusto però!) Cosa ci ho fatto? ma questi arcaici
BIGOLI IN SALSA DI NOCI Canny non sai che lotta ho dovuto intraprendere con mia nonna e mio papà: ma sito drio dare i numeri non metterghe i ovi nei bigoi? i se fa mia con la semola, valà cori! i se deve impastare più duri...e così all'infinito.
A dire il vero li ho dovuti fare due volte; la prima volta sono risultati un po' troppo morbidi e in cottura si sono spapperati un po' troppo (con immaginabile sfottò di nonna e padre!) ma la seconda, impastati durissimi! sono venuti una bontà! La ricetta è quella della Canny 70 g di semola rimacinata, 30 g di farina bianca, un pizzico di sale ed acqua a 80°. Ho impastato tutto utilizzando meno acqua possibile, ho coperto con un canovaccio per mezz'ora e ho torchiato i bigoli (spaghettoni in veneto). I pm si sono divertiti parecchio, anche perché non avevano idea di come si facessero gli spaghetti. Il segreto è spolverizzarli subito, all'uscita della trafila in bronzo, con una miscela di semola grossa e farina di polenta superfine, in modo che non si appiccichino tra loro. Si inserisce un salamotto di pasta nel cilindro di bronzo, si avvita il pistone, ci si accomoda sul torcòl e si comincia a girare la leva. Con la pasta bella dura si fa una fatica boia, ma sono tutte calorie ben spese ;O). Per la salsina ho sciolto due acciughe sott'olio in quattro, cinque bei cucchiai di olio evo, con uno spicchio d'aglio schiacciato e alcuni rametti di timo fresco, finché l'aglio non ha preso colore. Ho eliminato l'aglio e ho versato nell'olio 10-15 noci tritate con il mixer e un pochino di pangrattato, ho fatto rosolare ancora un pochino; ho lessato i bigoli al dente (circa 5 minuti) e li ho conditi con la salsina primordiale. Un gusto che commuove ;O) La bee e i pm se li sono pappati al ragù, così giusto per ribadire! Ah, quella su in cima è un'insalatina di spinaci appena spuntati, petali di rosa foetida, fiorellini di cavolo cappuccio dimenticato nell'orto, fiori di sambuco, piantine di ravanello ottenute dallo "sfoltimento delle cassette di semina" alcune foglie di lattughino, un pizzico di sale e uun velo di olio evo del garda, la primavera in bocca. saluti golosi, cat

33 Commenti:

Blogger equipaje disse…

Gusto commovente e post con un bel ritmo allegro e deciso di marcetta... la primavera fa miracoli, quanti bei post ci stai sfornando! :)

(e la cosa divertente è che "milpa" sembrerebbe voler dire: "campo recentemente ripulito", ahah!)

28/4/09 00:51  
Blogger Paolo Tasini disse…

Cari cuochi, da perfetto digiuno, mi lancio: in pendant con il rametto di timo, sui quei meravigliosi bigoli, come vedete una spruzzata di quei petali di pimpinellifolia?

Ah, mi raccomando: i petali assolutamente un poco tagliati,
non per amor di Artusi, che non ho mai capito di che parla, ma giusto perchè, come dire: l'occhio l'occhio e le proporzioni il gusto...

Cat sei un artista ;-)

28/4/09 07:01  
Blogger Carolina disse…

Che bella la macchina per fare i bigoli! Non l'avevo mai vista... Quel piatto che hai preparato deve essere eccezionale.
Se per te va bene mi servo e prendo una forchettata di bigoli e qualche prima rosa...
Finalmente aria di primavera!
Buona giornata!

28/4/09 08:37  
Blogger cannella disse…

Per questo mi fischiavano le orecchie...erano le stramaledizioni della Bee quando hai tentato di nascondere il bigoàro sotto il sedile della macchina per portarlo a Bolzano!!! Che dire del momento in cui uno è "a cavaòto" sull'arnese...una foto per la storia!
Comunque nonostante le polemiche, secondo me vengono meglio senza uova, mamma che boni!
Sono COMMOSSA, sulla branda ti ho preparato il cuscino cervicale in segno di devozione, ti par poco???
Tanti tanti basi, fameja!

28/4/09 09:47  
Blogger LaGolosastra disse…

lo voglio anch'io il torchio! Ma quanto dovrei allenarmi per mangiare un piattino di bigoli?

Mi sono innamorata della gallina nella cassetta! Che bellaaaaa!

28/4/09 09:58  
Blogger Saretta disse…

Cavoli che incanto!!!TRopo bravo Cat!!!

28/4/09 10:05  
Anonymous Mrs. Bee disse…

Muchas Gracias, Nuestra Senora de Salamanca!!!!
Grazie a Te, l'archiniere ha momentaneamente abbandonato le erbazze che tanto ammaliano le sue fans più scatenate e si è finalmente prodotto in qualcosa di commestibile!!!!!
Non ho affrontato la versione "bigoli in salsa", perchè la detesto con tutte le mie forze fin dall'infanzia, ma ho aperto il terz'ultimo (ahi!) vasetto del MIO ragù e il risultato era veramente degno.
PS: pur di togliere dai...pensili la vaporiera, potrei pensare al bigoaro...o forse potrei metterlo al posto dell'intonsa cyclette in stanza!

28/4/09 11:26  
Blogger cat disse…

ciao a tutti;
equipaje, ho proposto a mio papà di bruciare e disboscare l'angolino per la milpa...indovina dove mi ha mandato?!
Paolo che fai pijipel...va' che la prossima volta ti cucino roba macrobiotica!
ciao carolina, benvenuta.
canny, mi sa che la brandina la puoi riporre nello sgabuzzo! alla bee i bigoi sono piaciuti, fiu!
ma come facevano le siore venete con le cotole e i cotoloni a sentarse sul torcol, senza riuscire troppo osée?
ciao golosastra, mi guardava tutta infastidita!
e ciao anche a saretta.
bee, non è vero che non uso la cyclette, anzi al contrario, la trovo un comodissimo "servomuto", le braghe e le giacche rimangono belle piegate!

28/4/09 13:31  
Blogger Fra disse…

Che splendido torchio e che deliziosi bigoli!!!! io avrei fatto il bis di quelli con le noci e poi avrei fatto gli occhioni per averne un piatto anche al ragù ;P
Un abbraccio
fra

28/4/09 15:04  
Blogger Milla disse…

Che meraviglia e che bel racconto, complimenti anche per il blog è la prima volta che ci capito, ma adesso che lo conosco passerò a trovarti più spesso!

28/4/09 19:46  
Blogger Artemisia Comina disse…

bellissimo attrezzo.

uovo sì, uovo no, commovente questione che si pone in tutte le campagna italiane, credo, tra i vecchi che difendono una conquistata ricchezza con l'aggiunta del prezioso e costoso uovo che la ricetta non contemplava, e i giovani che desiderano rispettare la tradizione senza uovo.

è così anche per voi?

anche nella pizza Edda, emigrante di ritorno, con gli occhi che luccicano di biricchineria dice: io ci metto un uovo! Per dirmi: lo so che non ci va, ma ecco il mio ricco segreto, io ce lo schiaffo, ed è un tocco magico!

29/4/09 07:29  
Blogger claudia disse…

bigolo in tocio alternativo, come diciamo, superlativo! che professionista|

29/4/09 11:53  
Blogger cannella disse…

Bee, ma perché queste bestemmie...i bigoli ammettono come unico ragù quello di "ánara"!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Chiuderò un occhio perché ormai ti vedo mooooooolto provata dalla convivenza con la vaporiera, quasi quasi la branda col cuscino cervicale la lascio aperta per te, per prenderti una vacanza solitaria dal re delle erbazze.
Mille baci!

29/4/09 12:26  
Anonymous Mrs. Bee disse…

Canny,
ho difficoltà a mangiare le mie simili !!!! In questo momento, più che il re delle erbazze e la sua vaporiera mi sta provando la real progenie e ti confesso che farei volentieri i giovani principi al forno (in quella stupida inutile vaporiera non ci stanno)...
Spetame che 'rivo|
bzzzzzzzzzzzz

29/4/09 14:02  
Blogger Gunther disse…

vedere fare i bigoli cosi, non gli avevo mai visti veramente ricetta super

29/4/09 14:55  
Blogger enza disse…

il re delle erbazze è diventato il re del torcol, senti un pò ma tu fallo l'esperimento con la bee, porta a bz il torcol, caso mai la bee si contrariasse spediscilo pure a roma!! (bee, cat te lo puoi tenere, però!!)

quanto ai principi...bee, ce l'hai un forno abbastanza capiente? perchè così ci entrerebbero anche le mie 3 terribili principesse

29/4/09 15:34  
Blogger comidademama disse…

che spettacolo

29/4/09 15:59  
Anonymous titona disse…

ho la bocca ancora aperta, non so se per lo stupore nel veder la macchina bigolaia o per la voglia di assaggiare il contenuto del piatto! pensar che ero venuta qui da te per chiedere se passavi a vedere una foto (mica come le tue per carità) che ho fatto a un albero che mi ha lasciata incantata settimana scorsa e che oggi quando sono ripassata era di un colore completamente diverso...da rosa a marroncino...che albero é? scusa per l'intrusione e grazie per gli spassosi articoli...
Silvia

29/4/09 17:23  
Blogger papavero di campo disse…

infaticabile cat!
confessa che ti piaceva quel Vittorio Alfierianamente "volli fortissimamente volli"
e bigoli siano!

ps: complimenti ammirati per il torchio la pasta ma soprattutto per la mitica magione del papà

30/4/09 00:13  
Anonymous Mrs. Bee disse…

Eh, no, cara la mia Enza!!! L'offerta prevede il pacco completo torcol+Cat!!!
Tutte così le fans blogger: lo adorano, impazziscono per le erbazze, si esaltano per le ricette, ma al momento buono...nessuna se lo piglia!!!
Tre-principesse-tre? i miei complimenti!

30/4/09 10:57  
Anonymous Anna disse…

Stupendissimo il coso che fa la pasta! :D

1/5/09 20:36  
Anonymous Anna disse…

Scusate ho scritto male il link :)

1/5/09 20:38  
Blogger Amelia disse…

adesso che ho l'acquolina in bocca cosa faccio??? qua i bigoli non arrivano !!! uffi organizzero' una gita in zona per rifarmi!

5/5/09 11:15  
Anonymous MCC disse…

Geniale...la bigolatrice...il bigolatore e che pazienza anche la nonna! Saluti dalla Svizzera

6/5/09 11:57  
Blogger miciapallina disse…

Cat è come sempre "spaziale".... Mrs Bee invece prima o poi la faranno santa!
Altro che!
Be.... bel diluvio di coicidenze comunque visto che il DonoDeiDoni al Gattimonio è stato il Ken 1500 con superbo torchio per la pasta e che la prima ricettina in sperimentazione è stata..... un simil bigolo all'uovo!
Quindi ora so.... so la ricetta vera!
E questo fine settimana ci riproveremo!
in alto i torchi e.... Forza Bee... alla fine c'è sempre il ragù!

nasinasi

6/5/09 13:03  
Blogger ivana disse…

Bellissime cose...proprio sulla stessa lunghezza d'onda! Io li ho solo fotografati i vari torchi di amici, che posseggono tutte queste rarità, con maniaca passione!!!!
Ricordo il mio di casa, purtroppo quattro anni fa, non l'abbiamo più trovato tra le cose della casa paterna....sparito!
Il nostro era murato al muro, ai vecchi tempi, e occorreva una pertica(bastone robusto) per azionarlo!
Ma penso che hai letto!
Ciao...i bigoli mi piacciono da matti, e me li faccio con la macchinetta im...a, con trafile supplementari!!!!!

Buon appetito...e non fare arrabbiare la Bee!!!

6/5/09 14:33  
Anonymous Mrs. Bee disse…

Mi sta piacendo questo comitato spontaneo "Bee santa subito".......speriamo che Cat non ci butti fuori...

7/5/09 11:36  
Anonymous Anonimo disse…

Che buoni i bigoli in salsa di noci... ma cos'è quello strumento... lo voglio anch'io. Ciao.
Orchidea
www.viaggiesapori.blogspot.com

8/5/09 13:52  
Blogger FairySkull disse…

che mraviglia questo attrezzo !! ciao !

15/5/09 20:42  
Blogger lucia disse…

ispirata dalla tua salsa di noci, stamattina ho raccolto un po' di borraggine cresciuta spontaneamente nell'aiuola dell'insalata, l'ho lessata e ci ho fatto delle tagliatelle un po' spesse. non è per vantarmi, ma erano mitiche! abbinamento perfetto con le noci, con il retrogusto dell'aglio e del timo ;)

17/5/09 19:48  
Blogger cfc disse…

ci sarebbe da fare una collezione fotografica con gli arnesi di una volta
non l'avevo né mai sentito o visto l'attrezzo - per altro comodo per la seduta - che hai usato per fare 'sti bigoli!
che pazienza!! che passione!

20/5/09 16:49  
Anonymous dopoilmattino.blogspot.com disse…

Che meraviglia questo blog di Cat...cercavo il nome di un'erba con spiga piatta e..mi ritrovo fra roseti e cucina all'antica maniera della nonna che, ormai anche la nonna è partita per un mondo che forse non c'è.
Quell'arnese per i bigoli, sembra uno strumento musicale di qualche etnia scomparsa. Granzioso e bellissimo, ripasso
anna maer

23/6/09 00:08  
Anonymous dopoilmattino.blogspot.com disse…

bah, il 'granzioso' deve essere un incrocio fra grande e grazia, ma davanti ai piatti, la commozione ha fatto il resto. Ciao

anna maer

23/6/09 00:12  

Posta un commento

<< Home