cucino in giardino

sentieri golosi tra fiori e verdure

giovedì, agosto 17, 2006

nel bosco

Uno dei miei primi ricordi è legato al bosco, in compagnia di mio fratello e di mio padre, forse assaggiando delle fragoline o degli altri frutti selvatici. Da piccoli trascorrevamo due mesi (agosto e settembre) in montagna, in compagnia dei nonni, ed è proprio la frequentazione quotidiana del bosco (per fare legna, andando per funghi o solo per una passeggiata) che me lo ha reso così familiare e che mi spinge, ancora oggi, a cercare, non appena possibile, di trascorrerci qualche ora, anche in solitudine. Fortunatamente abito in una città che ti permette, a pochi minuti di macchina, di trovarti nel fitto di un bosco. Anche se, a dire la verità, non esiste posto più antropizzato di un bosco sudtirolese: ad ogni passo una panchina, un crocifisso, una catasta di legna ben ordinata,... non che mi diano fastidio, ma tolgono quel sapore un po' selvaggio che vado cercando nella natura, fuori dal giardino. Pensandoci bene, sono un po' ingenuo, perchè un bosco per vivere bene, ha bisogno di cure costanti, nuovi impianti, sfoltimenti, ecc., ma a volte la cura maniacale mi disturba un pochino. Anche nel più curato dei giardini mi piace lasciare qualche angolino selvatico, scapigliato, introducendo qualche specie spontanea, secondo me danno gusto a tutta la composizione, ma fallo capire ai committenti! In questi giorni di vacanza non perdo l'occsasione per andare nel bosco con i miei bambini, proponendo di assaggiare ogni bacca commestibile, annusando il muschio e negli ultimi giorni, scoprendo i funghi! Oggi siamo stati a S.Genesio, ufficialmente per cercare mirtilli (e ne abbiamo trovati! a presto il post) ma sul cammino ci siamo imbattuti in alcuni funghetti...che volete farci?, non potevamo mica lasciarli a quelle ingorde delle lumache (oggi giorno dispari divieto di raccolta!). Per primi abbiamo incontrato i "segna-brisa" Amanita muscaria (la brisa da noi è il porcino), i funghi delle storie di fate e folletti, i funghi-icona, con la testa rossa a pallini bianchi, bellissimi! Subito dopo, tra un mirtillo e l'altro, a conferma della diceria popolare, abbiamo trovato delle belle brisotte, Boletus edulis, una gigante e alcune piccoline, la mamma e le figlie, secondo i miei boys, esteticamente meno belle dell'amanita, ma che gusto!. La cosa che più mi fa inca...re, durante queste passeggiate, è vedere i funghi non commestibili calpestati o divelti intenzionalmente! I funghi sono una componente fondamentale nell'ecosistema del bosco, e distruggerli per il solo gusto di farlo, non ha senso, impedisce la loro moltiplicazione.
Siamo tornati inzuppati ma contenti a casa, e mrs. Bee ci stava preparando una zuppa d'orzo bella calda, abbiamo fatto uno più uno ed ecco la cena:
ZUPPA D'ORZO CON PORCINI (ragazzi qui da noi fa fredooo!):
Mrs. Bee, che cucina ogni giorno! (e mi accusa di cucinare solo per il blog! hehe è un po' vero! ma mi piace proporre cose almeno un po' insolite) ha tritato una bella cipolla bianca, una costa di sedano e due carote, le ha soffritte in olio evo, con un po' di pepe, quando si sono dorate ha aggiunto dell'orzo perlato, circa due bicchieri per 4 persone, e ha coperto di acqua calda Ha fatto cuocere per 25 - 30 minuti in pentola a pressione. A cottura ultimata ho pulito con uno straccetto umido i porcini bebè e li ho affettati sottilmente(mi sono sentito molto erode!), li ho passati in padella con una noce di burro, un po' di sale e pepe e li ho aggiunti alla zuppa d'orzo.
Naturalmente i bambini hanno preferito la variante con maiale affumicato! non c'è speranza, i miei figli non saranno mai vegetariani! saluti golosi cat.

17 Commenti:

Blogger gli scribacchini disse…

Che delizia il bosco e le sue "creature"!
E che belle le ricette apparentemente semplici e per questo raffinatissime. Bravi!
Kat

18/8/06 08:13  
Blogger gli scribacchini disse…

Proprio il tipo di ricettina che piace a me! Brava Mrs Bee e bravi i raccoglitori di brise!
Preso appunti, fa freddo pure qui!
:)))
Patt

18/8/06 08:18  
Anonymous Mrs. Bee disse…

Cari,

ieri aprendo il frigo per cercare la verdura per la minestra d'orzo, mi sono imbattuta in una piccola anguria che lì giace da tre settimane, in attesa che qualcuno la tagli.......
Ma come si fa ad avere voglia di anguria quando fuori ci sono quindici gradi e piove?
C'è qualcuno di voi che si trova in posto con il sole?

Oggi il trio dei boscaioli va a caccia di mirtilli neri a scopo marmellatoso: a Soprabolzano, come dice la parola, il paese che sta sopra la città, gli zii ne hanno raccolti più di un chilo.
Speriamo che non finiscano tutti "spiaccigati" ( a forza di dirlo come lo diceva Niccolò da piccolo, ormai lo diciamo tutti....)sulle felpe ....

adesso vengo a vedere i cuochi di carta...

18/8/06 09:19  
Blogger gli scribacchini disse…

Freddo, seeeeeeeeeeeee. Mi ricordate la mia mamma che, in Luglio o Agosto, alle prime gocce di pioggia (28°) mette su una polenta dicendo che ormai l'estate è finita.
Remy
P.S. Evviva le scuse golose :-)

18/8/06 18:13  
Anonymous ricardo disse…

a me piace molto i funghi. E si come anche qui fa freddo, mi sempra che questa ricetta e adattata!
grazie

18/8/06 20:25  
Blogger mattop disse…

Ma in quale mese siamo? NOVEMBRE?
Ottima ricetta, la provo appena arrivano i primi freddi... Qui a Milano l'estate non è ancora finita!
Complimenti a tutti!

18/8/06 21:08  
Blogger cannella disse…

Questi tuoi post sul bosco mi fanno morire di nostalgia...e ci metti pure i porcini...e adesso lo fai apposta con i mirtilli...ma ditemi, quanto bene si sta sotto le coperte adesso che è tornato il fresco??? ;-)))
Baciotti, family!

18/8/06 22:31  
Blogger miss piperita disse…

Anche il mio papà da piccola mi portava con sè al bosco a raccogliere i funghi...che bei ricordi, e quant'è buono il profumo del bosco.

È una cosa bellissima.

18/8/06 22:33  
Anonymous CarmeNap disse…

Uàààààààà che belle foto! E come bella la natura! Beati voi che potete andare nei boschi così facilmente... Qui a Napoli fa un caldo pazzesco(nei giorni scorsi era freddo)ed io ho trascorso tutta la giornata "schiata"(stesa) a poltrire sotto il sole cocente, in una villa bellissima di Bacoli(litorale Flegreo). Naturalmente vi copièrò la ricetta dell'orzotto (appena troverò i Porcini)Saluti e baci. Carmen

18/8/06 23:24  
Blogger cat disse…

ciao a tutti.
scribacchinitutti con mattop e ricardo: lo ammetto è una ricettuzza un po'autunnale, ma basta mangiarla tiepida ;-)
(remy, mrs.bee ha tirato fuori la trapuntina!)
Cannella non ti intristire, chissà cosa ci perdiamo noi che la spagna la conosciamo pochissimo.
ciao miss piperita, vengo a trovarti!
Ciao carmenap, ma in che pazzesco paese abitiamo?!, noi ci auguriamo di avere ancora un po' di estate e tu sogni il fresco dei boschi, però mi ricordo di una gita vicino ad avellino, dove ho visto dei boschi di castagno bellissimi, con esemplari se3colari, non è poi così distante da dove abiti,
saluti a tutti cat

19/8/06 09:46  
Blogger miss piperita disse…

Ciao! Sei vegetariano?

19/8/06 09:51  
Anonymous Paolo Tasini disse…

I tuoi reportage dal bosco sono i miei
post preferiti...

Ti vedresti in una malga sperduta a cucinare per viandanti avventurosi le tue meraviglie culinarie?

Un saluto caro

19/8/06 11:03  
Blogger Gloricetta disse…

Proprio ieri, io e la mia dolce metà, abbiamo fatto una gita sulle nostre montagne (tra la provincia di Piacenza e quella di Genova). Qui i porcini hanno fatto la prima comparsa e così ci siamo fermati dalle parti di "Bettola" dove li abbiamo gustati impanati e fritti. La cosa più divertente è stato il racconto dell'oste sulle avventure durante la mattinata di raccolta.Glò

19/8/06 22:37  
Blogger cat disse…

ciao missp.si sono fruttariano e pescetariano, nel senso che mi cibo di frutti della terra e degli animali (uova, latte...) e di un po' di pesce.
ciao paolo, l'idea della malga sperduta mi piace molto, ma credo che resisterei due-max 3 giorni, senza giretto in centro, cinema e computer, credo che al terzo giorno sclererei! sono un figlio della città, mi piaceva anche milano!
Ciao glo', dalle tue parti ci sono passato parecchie volte, e il bosco di collina mi attira moltissimo, specialmente i boschi di faggio e castagno, così rari da noi. saluti a tutti cat

20/8/06 09:58  
Anonymous CarmeNap disse…

Si è vero, a Montella, un paesino in provincia di Avellino producono delle micro-castagne molto buone e rinomate. Nell'avellinese e nel beneventano ci sono de bei boschi, ma di certo non ci impiego pochi minuti ad arrivarci da Napoli. Vorrà dire che per ora mi accontenterò di questo caldo terribile e dei paesaggi del litorale flegreo con le sue vestigia romane ed aragonesi.
Se mi spieghi come fare ti invio qualche foto scattata quest'estate. Sono niente male. Ciao!

20/8/06 16:14  
Blogger cat disse…

ciao carmenap, le puoi spedire a "luzachicco@alice.it"

22/8/06 07:10  
Blogger Elisa disse…

Vivi in un posto bellissimo, adoro l'Alto Adige e vado spesso a Sterzing, fermandomi a volte a Bolzano, citta' che trovo proprio bella.
Mi piace anche raccogliere i funghi e condivido il tuo disappunto nei confronti di chi pesta i funghi non commestibili.

Scopro solo ora il tuo blog...ma ripasso volentieri.

Ciao,

Elisa

8/9/06 13:10  

Posta un commento

<< Home