cucino in giardino

sentieri golosi tra fiori e verdure

venerdì, maggio 04, 2012

risvegli



 
Mi ha sempre stregato il sottobosco, il tappeto di foglie secche, apparentemente morte, in realtà  una soglia tra due mondi. Da qui, in natura, tutto riparte, quando meno te lo aspetti, qualsiasi cosa accada intorno, è già tutto un fiore.
Un bel segnale, via ogni indugio, ogni “e mo' con che faccia mi riaffaccio?”
Io ci riprovo, non senza  ringraziare tutti per i tanti commenti e mail affettuosi – scusate ma non ne avevo proprio per nessuno- troppo sonno arretrato.

Il sottobosco, le zone ombrose, una risorsa e una fonte di ispirazione anche giardiniera, per tipi un po' dark, come me.
Tappeti di pervinche, dopo le violette le mie preferite, resistenti al secco e capaci di illuminare anche gli angoli più bui col blu gentile delle corolle e il luccichio delle foglioline che misteriosamente  non rimangono mai impolverate, sembrano tirate col pronto.

 
Le Corydalis solida non sono così durature, appaiono e scompaiono nel giro di un paio di mesi, con tutte le foglie. La loro pallida fioritura ti coglie sempre di sorpresa, con la forza di un flash mob: un vapore azzurrognolo e violetto che riesce a rendere interessante anche la più insulsa scarpata di robinie ai lati delle strade. Di Corydalis solida esistono anche varietà a fioritura arancio, rossiccio, bianca e gialla (Corydalis lutea) da mettere a dimora in autunno, anche ai piedi di un alberozzo in un grande vaso. Occhio però,  ne esiste anche una varietà blu intenso, teribile con una r sola, color puffo.


Felci, acetoselle, misteriosi robi rosa (credo Lathraea squamaria), sigilli di Salomone (Polygonatum, fantastici quelli a foglia pennellata di bianco) ma quanta forza c'è lì tra le foglie secche?!

E gli asparagi? quelli selvatici vengono proprio da lì, dal sottobosco, concentrati di energia primaverile. 
Questa la mia nipo' intenta alla raccolta.

Per quelli selvatici è un po' tardi ma adesso è la stagione di quelli coltivati, da noi sono famosi quelli della zona di Terlano, coltivati nei terreni sabbiosi ai lati dell'Adige; mangiandoli mi sembra di assorbire un po' di questa energia e allora vi lascio due ricette con questi turioni (si chiamano proprio così) verdi, bianchi o violetti, scegliete i vostri preferiti


OVETTI DI QUAGLIA E ASPARAGI IN PASTELLA DI CECI

La pastella di ceci non è proprio una robina sudtirolese, bisogna mirare un pochino più ad est, dalle parti dell'India, ma con gli ovetti e gli asparagi cade a fagiuolo, anzi a cece!
Per la pastella ho mescolato in una ciotola 2 etti di farina di ceci, due dl di acqua, un bel pizzico di sale, un tocchettino di zenzero fresco grattugiato con la grattugia a lima e un cucchiaino raso di garam masala – ma sì che lo sapete cos'è: semi di coriandolo, cumino di malta ½ cucchiaino ciascuno, 3 capsule di cardamomo verde, ½ cm di cannella, 2 chiodi di garofano tutto appena tostato e passato al macinino – esiste anche già pronto, ma fresco è incomparabile. La pastella va lasciata riposare in frigo per ispessirsi.
Ho rassodato gli ovetti di quaglia e lessato al dente gli asparagi verdi, quelli sottili, quasi selvatici, ho pucciato ovetti ed asparagi nella pastella e li ho fritti in olio. Con l'insalatina fresca e un panino tipo chapati ci stanno proprio bene.
Volete una variante un po' più tradizionale, bon,  ma allora senza uova

ASPARAGI IN SALSA BOLZANINA VEGAN   
Già vi potete immaginare la faccia della Bee alla comparsa di questa goduria vegana vero?!
Mancava solo il retrogusto “ovoso” o “ovico” fate voi, ma la salsina con gli asparagi si sposa bene.
Ho diviso un panetto di tofu fresco a pasta fine (non usate tofu in salamoia) in due, una parte l'ho finemente sbriciolata, l'altra l'ho passata al mixer con olio d'oliva evo, un cucchiaio di aceto di mele, un cucchiaino di senape piccantina, un bel ciuffo di erba cipollina tagliuzzata, un cucchiaino di zucchero, e una bustina di zafferano e un pugnetto di prezzemolo tritato fine. Ho aggiunto il tofu sbriciolato e ho aggiustato di sale. Ho lessato asparagi bianchi e verdi nell'apposito pentolozzo alto e me li sono pappati tutti da solo.
Per la salsa originale basta sostituire il tofu con alcune uova sode – il bianco tritato aggiunto alla fine, il tuorlo passato al setaccio e mescolato con la frusta agli altri ingredienti – eccetto lo zafferano.

Saluti golosi, il cat.

27 Commenti:

Blogger artemisia comina disse…

ma guarda chi si risveglia! sei di un tenero verde, Cat?

5/5/12 07:14  
Blogger Scribacchini disse…

Ma bello ! Ma buono ! Insomma, ben riaffacciato ;-)
Smack. Kat

5/5/12 14:26  
Anonymous Anonimo disse…

Finalmente!Tienimi compagnia che quest'anno l'Alto Adige per me rimarrà un sogno,devo seguire mamma che sta poco bene.Ciao Frittella

5/5/12 15:32  
Blogger francesca disse…

lassinge pearysBuon risveglio un sottobosco come il nostro.....qui gli asparagi coltivati impazzano, ne mangiamo ogni domenica e li cucina il marito....
farncesca

5/5/12 15:54  
Blogger Vera disse…

Ma Ben tornato! E' un piacere rileggerti e sognare il bosco di Monticolo.

5/5/12 19:49  
Blogger miciapallina disse…

E dai che ci si risveglia!!!
Bellissima la foto del germoglio di felce!....
E buona deve essere la ricettuzza!
Buon risveglio a tutti i risveglianti (e un bacio agli Scriba... anche da qua!!!)

nasinasi miciapallina

5/5/12 20:09  
Blogger cat disse…

Un baso a tutti, siete come i fiori spontanei, commuove il vostro affetto.
Mi sento come la felce, una bella stiracchiata e vai!

Saluti ma verdiverdiverdi, il cat

6/5/12 09:26  
Anonymous stelladisale disse…

ma dai sei tornato! :-) che letargo lunghissimo! senti un po', visto che sei tornato per restare, magari potresti partecipare pure al bellissimo contest salutare che abbiamo appena lanciato, eh? :-)

6/5/12 17:50  
Blogger Saretta disse…

Cat, l'importante è rileggerti, il tempo non conta!Che bello :D
Segno le nuove splurpose ricette!
Un abbraccio a te, Bee e PM(che nel frattempo missà che sono diventato grandicelli e potrebbero menarmi...)

7/5/12 15:16  
Blogger La Tavola Toscana disse…

Non ci speravo più, un pò come per le mie hidragee...e invece...Bentornato! Ogni tanto passavo e vedendo quei gattici mi veniva la malinconia!

8/5/12 18:42  
Anonymous Mrs. Bee disse…

se non la smetti di postare robe vegane ti richiudo in soffitta!!!

9/5/12 09:15  
Blogger la belle auberge disse…

Ciao, Cat, e' un vero piacere rileggerti.

9/5/12 21:30  
Anonymous Anonimo disse…

Sono ripassata di qui e...che bella sorpresa! Buon reinizio.
Manuela (quella di Pergine)

10/5/12 14:09  
Anonymous manu' disse…

vorrei iscrivermi a "cucino in giardino" ma non so come fare. Grazie

manu'
manupovo@alice.it

10/5/12 18:14  
Blogger cat disse…

ciao cari, scappo! qui la città è tutta una penna nera! non c'è aiuola pubblica e area di sosta che non sia trasformata in campeggio.Non ho nulla contro gli alpini, anzi ma mi fa un po' di panico pensare che Bolzano triplichi i suoi abitanti in tre giorni! Vado dai nonni che si sono modernizzati-computerizzati e quindi mi sa che ci scapperà il primo post da Pravecchio.
saluti golosi, il cat

Manu' in che senso iscriverti? sai che di computer non ci capisco un granché!

10/5/12 22:23  
Anonymous Anonimo disse…

Io ho rimandato fino ad ora il momento di commentare il tuo blog, che seguo - ed apprezzo - da parecchio...
quindi, anche da me: bentornato!

erbaPersa (Paola)

13/5/12 21:17  
Anonymous Claudia disse…

Ciao ma che bellissime foto e che prodotti della natura da favola.
Vivevo anch'io nell'infanzia in un posto simile e le mie giornate le passavo in un sottobosco fatato con tutti questi germogli fioriti.
Bravo e bentornato

14/5/12 11:02  
Blogger Chocolat disse…

I love your blog ! passa qui http://zenzeroezen.blogspot.it/2012/05/i-love-your-blog.html

15/5/12 17:51  
Anonymous Anonimo disse…

bentornato!!!!
ero preoccupata .. sei rispuntato come un asparago ...
non sparire più ...
marisa

17/5/12 16:27  
Anonymous Anonimo disse…

Ciao! Non sai quanto sono felice di rileggerti! Quante volte ho controllato e...ODIO I GATTICCI!!!!!!!! Anche se non ci conosciamo ti sento un amico con lo stesso amore per le piante. Ho studiato floricoltura all'università e adesso sono pasticcera quindi cose in comune. Ti auguro di stare bene e continuare a deliziarci!!!!!!!! Un abbraccio da Barcellona, Mara

17/5/12 22:09  
Anonymous Anonimo disse…

Caro amico,con il tuo sielnzio di mesi e mesi mi hai fatto davvero spaventare!
Non so che cosa mi abbia spinto proprio oggi a provare a ricontattarti...è stata una grande sorpresa. Grazie di essere tornato.Annaheirdnc

18/5/12 16:53  
Blogger ivana disse…

Bentrovato Cat,
con i tuoi fiori, colori e parole dense e profumate come loro!
Un lungo letargo, ti perdoniamo, due ricette sfiziose, forse un po' lontane dalle mie abitudini, ma a me interessa carpire dal modo di preparare il cibo, di usare gli ingredienti, le varie sfumature psicologiche, anche di uno spirito dark (proprio dark non sei...visto che ti circondi di tanti colori, che il nero ha ben poca forza per resistere!)

Un abbraccio a te e a Bee!

21/5/12 16:22  
Blogger Elisabetta disse…

che belle le cose che hai trovato!! un bacio

21/5/12 20:59  
Anonymous Anonimo disse…

SEI TORNATO!!!!!!!
YUPPEAH!

marzia

25/5/12 14:58  
Anonymous Anonimo disse…

Che gioia rileggerti!!!BENTORNATO e Buon tutto :)))

29/7/12 11:53  
Anonymous Ricette disse…

Complimenti, che bel sito, molto ben curato!


http://www.ricette-dolci-ricette.com
http://www.le-ricette.it

11/5/13 17:30  
Blogger Maria Assunta Ronco disse…

ma non ci sei piu?

21/9/16 23:06  

Posta un commento

<< Home