cucino in giardino

sentieri golosi tra fiori e verdure

sabato, marzo 03, 2007

fiori con la acca

Fino a questa mattina, le Hamamelis, le avevo sempre un po’ snobbate.

Per me erano semplicemente i fiori che mi facevano guadagnare 20 punti al giochino: nomi-città-cose-fiori-animali, quando capitava la malefica H (appassionato già da piccolo alla botanica!).

Anzi, mi stavano anche un po’ antipatiche, e mi chiedevo come mai i cataloghi dei vivaisti tedeschi avessero così tante varietà?

Nei giardini italiani ne ho viste gran poche, e, soprattutto, non mi è mai capitato di vederle fiorite.

Lo scorso anno ne ho ordinate alcune per un cliente appassionato di Hamamelis (boh?, mi sono detto, ognuno c’ha le sue passioni!).

Il cliente non è mai venuto a ritirare le Hamamelis, che sono rimaste al loro posto fino ad oggi, e per fortuna!!.

Questa mattina, col bel tempo, ho finalmente fatto qualcosa in vivaio, fuori dall’ufficio! E, mentre lavoravo sono stato avvolto da un profumo intenso e familiare.

Ma che profumo è, ma di cosa “sa”? chiedevo ai giardinieri che già mi guardavano male, data la nomea che mi sono fatto anche al lavoro di “folle odoratore di odori e i profumi più strani”.

Mi sono concentrato, ho chiuso gli occhi, ho messo in funzione i ricordi e…: ma questo è profumo di pastiera napoletana!

Ve lo giuro, la specie di Hamamelis che abbiamo in vivaio: Hamamelis x intermedia “Westerstede”, oltre a fiorire molto in ritardo rispetto alle altre specie, profuma di pastiera napoletana!, non di acqua di fiori d’arancio né di cannella, ma proprio di pastiera!

Anche i fiori sono simpatici – non mi spingo fino al “belli” – sembrano striscioline di carta spiegazzata, e l’effetto d’insieme della pianta non è male in questo periodo di voglia di colore.

Le Hamamelis hanno però bisogno di terreno acido e torboso, forse per questo non sono tanto gradite nei giardini delle nostre parti, ma se proprio avete l’angolino adatto, e vi piace la pastiera napoletana non potrete farne a meno.

Qui ci sarebbe stata a pennello la ricetta della pastiera, ma non è ancora Pasqua!

E allora una torta salata!

TORTINO DI BIETE-ERBETTE E RICOTTA AFFUMICATA CON LA PASTA DI CUOCHETTA

Buonissima la pasta di cuochetta, un’ottima alternativa alla pasta sfoglia, sempre troppo burrosa.

Io ho preparato la versione integrale, impastando ½ bicchiere di vino bianco secco, con ½ bicchiere d’olio evo, un pizzicone di sale e farina semi-integrale quanta ne ha assorbito (mi sa che erano circa 300 g). Ho lavorato per bene finchè la pasta non è risultata elastica, l’ ho avvolta nella pellicola e messa in frigo.

Nel frattempo ho tritato nel mixer le biete-erbette che avevo surgelato, le ho saltate in padella con poco olio e uno scalogno tritato, ho aggiunto una mezza ricottina affumicata sbriciolata, una mezza ricotta di pecora fresca (la ricotta non la pecora!) un pugno di pane integrale grattato, un uovo, sale paprica piccantina e un paio di cucchiai di grana grattugiato.

Ho steso la pasta non troppo sottile, ho farcito lasciando scoperto il lato superiore, ho infornato a forno caldo a 180° e ho lasciato cuocere per 20-30’.

Era molto gustosa ma la prossima volta metto un po’ meno ricotta affumicata, il suo gusto deciso ha coperto un po’ troppo il gusto delicato delle erbette, la crosta però era davvero ottima, grazie cuochetta, saluti golosi cat.

17 Commenti:

Anonymous Mrs. Bee disse…

Neanche dieci giorni senza dolci e già ha le visioni della pastiera..........

3/3/07 17:33  
Blogger venere disse…

interssante questa tortasalata! e poi la pasta mi piace, non la solita noiosa pasta sfoglia idrogenata! dovrei prendere qualche spunto, il Commensale non è molto contento delle mie torte salate dietetiche...

4/3/07 18:17  
Blogger cuochetta disse…

Grazie mille CAT per aver provato la mia "pasta" e sono molto felice che ti sia piaciuta, ma sai com'è... le ricette della tradizione, quelle tramandate per generazioni SONO LE MIGLIORI!!!

Buona settimana !

4/3/07 20:44  
Anonymous Anonimo disse…

Concordo con M.B. il profumo dei tuoi muffins inonda la casa e apre i polmoni... sapore e fragranza sono deliziosi. L'unico svantaggio è che per gustarli appieno vanno assolutamente consumati in giornata (beh se sei in buona compagnia - o non temi di ingrassare - non è difficile!).
Ciao, Nico

4/3/07 22:05  
Anonymous Acilia disse…

Ho giocato molto spesso anch'io a nomi-cose-città-animali (fino a circa 2 anni fa) ma tacitamente abbiamo sempre convenuto di elimiare la categoria "fiori", perché troppo complicata :-)
Le Hamamelis proprio non le conoscevo.

E' un bel post, mi incuriosisce non poco: se avessi dei fiori che profumano di pastiera napoletana, temo rischierei di mangiarli :-)

Sarà una strana coincidenza ma anch'io ho scritto un post sui fiori negli ultimi giorni...
Un abbraccio

5/3/07 00:20  
Blogger nini disse…

Buooooona!
Adoro le torte salate, questa me la noto...

5/3/07 12:50  
Blogger cat disse…

ciao a tutti.
Ciao venere, beh, proprio dietetica non lo è mica tanto questa tortina, ma è buona, e con la ricotta affumicata delle tue parti!
Cuochetta, ancora grazie per aver condiviso con noi questa buonezza della tua familglia!
Ciao nico, i muffin sono ottimi anche surgelati e lasciati riprendere a temperatura ambiente, ma freschi e tiepidini sono un'altra cosa!
ciao acilia corro a leggerti!
ciao nini, e fai bene, perchè la pasta è un mito.
saluti golosi a tutti cat

5/3/07 13:21  
Anonymous PlacidaSignora disse…

Ingrasserei solo ad annusarla, l'Hamamelis...;-*

5/3/07 17:23  
Anonymous paolo tasini disse…

Ciao Cat stupenda la tua descrizione dell'hamamelis, mi hai fatto venir voglia di provarla e... annusarla naturalmente :)

5/3/07 22:30  
Blogger LaCuocaRossa disse…

cat! grazie ho scoperto che hai votato i miei muffin!
adesso vado a vedere la pasta di cuochetta...
ah dimenticavo, la foto "fiori gialli in cielo azzurro" è spettacolare!

6/3/07 16:31  
Blogger cannella disse…

Anche la mia pianta di hamamelis è già fiorita!!! Adesso vado a controllare che sappia davvero di pastiera, sennò la riporto al vivaio...magari la mia sa di prosciutto iberico!!!!

7/3/07 17:56  
Anonymous Anonimo disse…

Che belle queste Hamamelis, si coltivano facilmente? Heidi

8/3/07 11:08  
Blogger Gaia disse…

ciao cat!
passavo di qui e mi sono imbattuta in untripudio giallo oro! questa foto sarebbe la gioia della mia mamma che adora questo tipo di fioriture! anzi quasi quasi te la rubo e gliela mando via mail!
bella l'idea anche della torta salata con la pasta semi integrale...mi avevano insegnato che un impasto fatto così semplice senza nemmeno le uova si chiama "pasta matta", io di solito uso acqua e olio e ci faccio anche le sfoglie per la torta pasqualina!

8/3/07 13:46  
Anonymous SilBsAs disse…

non so come sono arrivata qua ma "en buena hora!!" perche i tuoi post mi piaciono tanto, complimenti!! passerò spesso di qua...

8/3/07 19:19  
Blogger mattop disse…

Mi stò facendo prendere anche io dalle torte salate! Mi incuriosisce molto la forma di questa tua con la ricotta, la pasta che hai steso sembra molto morbida,il bordo è bellissimo! nella mia ho foderato una teglia ed è venuta come una crostata... proverò ad imitarti! ciaobravissimo

9/3/07 09:29  
Anonymous Mrs. Bee disse…

In effetti, era morbida tipo una pasta sfoglia di quelle già pronte; forse Cat ha usato anche la carta da forno per foderare la tortiera, di solito lo fa.

9/3/07 12:54  
Anonymous carpet cleaners disse…

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

28/10/08 19:26  

Posta un commento

<< Home